Seconda prova esame di stato psicologia: progetto

Seconda prova esame di stato psicologia: progetto

Nella seconda prova dell’esame di stato in psicologia ti sarà chiesto di realizzare la stesura di un progetto di valutazione e/o intervento.
Vediamo insieme nei dettagli di che cosa si tratta.

Seconda prova progetto esame di stato psicologia: caratteristiche

Avrai all’incirca 2/3 ore di tempo per lavorare. In alcune sedi d’esame viene proposta una sola traccia per il progetto, mentre in altre sedi puoi scegliere di svolgere quella in cui ti senti più preparato. Potrai scegliere di rispondere alla traccia dell’indirizzo che preferisci, senza che sia necessariamente lo stesso del tuo percorso di studi universitario. Non sempre ci sono tracce per tutti i quattro indirizzi di studio (clinico dell’adulto, evolutivo, lavoro e neuropsicologia): questo vale per lavoro ma soprattutto per neuropsicologia.

Diversamente dalla prima prova teorica dell’esame di stato in psicologia, la seconda prova dell’esame di stato in psicologia si svolge secondo tempistiche diverse a seconda delle sedi d’esame. In alcune sedi la seconda prova si tiene nello stesso giorno della prima prova dell’esame di stato in psicologia (come a Pavia o a Milano Cattolica). In altre sedi si svolge a distanza di circa una settimana (come a Milano Bicocca), mentre in altri ancora a distanza di circa un mese o oltre (come a Bari). Perciò la scelta di dove andare a sostenere l’esame di stato deve anche tenere in considerazione queste tempistiche. Dipende se hai bisogno di tanto tempo per studiare o se preferisci svolgere la seconda prova in tempi più brevi, al fine di concludere l’esame quanto prima.

Seconda prova eds psicologia: struttura e contenuti

I punti principali intorno ai quali si sviluppano le tracce per la seconda prova dell’esame di stato in psicologia sono i seguenti. Innanzitutto stabilisci un titolo che deve essere indicativo e calzante, poi scrivi le premessa facendo un’analisi del contesto e citando la/le teorie a cui il progetto fa riferimento. Individua i destinatari, le ipotesi e gli obiettivi. Poi illustra i vincoli, i metodi, le attività con la descrizione delle varie fasi di svolgimento, le risorse, i costi, i rischi e le modalità con cui viene svolta la valutazione del progetto.

Applica questi punti calandoli in relazione a quanto ti viene richiesto e approfondisci di più l’uno o l’altro a seconda della domanda nella traccia. Quindi quando scrivi fai riferimenti e richiami alla struttura della traccia, organizzando le informazioni in paragrafi. I punti appena illustrati non sono necessariamente tutti presenti nelle tracce. Alcune ti chiedono di approfondire solo parte di essi; altre tracce invece sono più discorsive e libere, perciò sarai tu a dimostrare di saper sviluppare il progetto della seconda prova lungo determinati punti chiave.

Per approfondimenti e per imparare a realizzare un progetto, ti indico questo libro per la seconda prova progetto dell’esame di stato in psicologia, oltre a tanti altri libri e materiale fondamentale per superare le prove dell’eds.

Ricorda che la traccia d’esame a volte parla di progetto di valutazione e/o intervento, altre volte può specificare se si tratta di un progetto di prevenzione, promozione, sostegno, riabilitazione, ricerca.

A volte nella traccia sono specificati anche il contesto (ad es. nelle scuole), la popolazione target (ad es. con gli adolescenti) e la problematica (ad es. per i disturbi alimentari). Altre volte la traccia è più generica e tu sei libero di elaborare un progetto come meglio credi.

Accade che la seconda e la terza prova dell’esame di stato per l’indirizzo di psicologia del lavoro abbiano una struttura simile. In questi casi i punti da sviluppare richiesti sono in gran parte sovrapponibili, con la differenza che nella seconda prova devi elaborare un progetto partendo da elementi dati dalla traccia, mentre nella terza prova devi analizzare il caso spiegato nella traccia.

Seconda prova progetto: consigli utili

Una delle perplessità nella stesura del progetto è legata a come scrivere un’introduzione per inquadrare la problematica e per giustificare la necessità di un intervento. Innanzitutto fai una rassegna degli aspetti pratici, fisici e materiali del problema e del contesto, descrivendone le caratteristiche rilevanti per giustificare la necessità di intervenire. Inoltre immagina quali possono essere gli aspetti emotivi e cognitivi degli attori coinvolti, e discutili.

Sii quanto più realista possibile. Perciò fai scelte plausibili e credibili anche per quanto riguarda le tempistiche, le persone coinvolte, le metodologie e le attività che proponi. Ad esempio se devi fare un intervento nelle scuole, considera sempre il calendario scolastico e l’età degli studenti, per capire il loro livello di sviluppo e il tipo di intervento effettivamente realizzabile.

Per essere ancora più realista, ti consiglio di dare un’occhiata al DSM (o al manuale che hai deciso di utilizzare per la terza prova, come ICD o PDM) anche in vista della seconda prova. Così se devi elaborare un progetto in relazione ad un particolare disturbo saprai bene quali criteri lo contraddistinguono e scriverai un progetto credibile e coerente con i sintomi e con i bisogni della clientela. I riassunti del DSM 5 su questi sito sono giusti per te!

È utile anche il manuale delle normative commentate, con il Codice Deontologico commentato per l’esame di stato in psicologia. Devi conoscere il Codice Deontologico già prima della prova orale. Spesso infatti viene richiesto di discutere l’intervento dello psicologo nel progetto in relazione ad uno o più articoli del Codice: non farti trovare impreparato!

È bene non saltare nessun punto richiesto dalla traccia. Evita di lasciare in bianco o di saltare alcuni passaggi, in quanto la commissione tiene in considerazione la completezza della tua risposta. Se sei stato meno preciso in qualche punto, magari i commissari ti chiederanno di spiegarlo meglio durante l’ultima delle quattro prove, l’orale.

Non è facile rispondere alla seconda prova dell’esame di stato in psicologia se non ti sei allenato a farlo durante i mesi di studio. Impara ed esercitati con i manuali e con il materiale per l’esame di stato in psicologia disponibili su questo sito! Fai quante più tracce possibili e diversificate fra loro, per saper affrontare ogni richiesta.

Hai bisogno d'aiuto per preparare l'esame?

Scegli ciò che ti serve: manuali per le singole prove, lezioni via Skype e molto altro
SCOPRI IL MATERIALE